Qual è la connessione tra mono e epatite?

L’epatite è una complicazione causata dal virus Epstein-Barr (EBV), che causa anche la mononucleosi, comunemente indicata come mono. L’epatite mono-correlata è generalmente mite e non causa danni al fegato, tranne nei casi rari. EBV è di solito nel corpo per 30-50 giorni prima dell’inizio dei sintomi.

I sintomi precoci del mono includono la sensazione di sanguinamento, una perdita di appetito e un leggero mal di testa. Dopo tre o cinque giorni, la vittima sperimenterà un’insurabile mal di gola e stanchezza, gonfiore delle ghiandole, febbre, dolori muscolari e talvolta rash cutanei. La milza è spesso allargata, e potrebbero verificarsi alcuni cambiamenti enzimatici del fegato.

Mono può causare un’infiammazione del fegato, che è conosciuto come epatite. Mono e epatite si verificano in uno su ogni 10 persone. I sintomi dell’epatite includono l’infiammazione del fegato, l’appetito diminuito, l’ittero della pelle e gli occhi bianchi, diarrea, nausea o vomito, dolore addominale destro, feci pallide o urine scure.

È meglio aspettare da cinque a sette giorni prima di vedere un medico circa un test mono, perché può richiedere molto tempo per gli anticorpi mono nel sangue per raggiungere livelli rilevabili. Il trattamento per mono e l’epatite include il resto del letto e il reliever del dolore per la febbre e dolori e l’assunzione adeguata del fluido. Si consiglia anche una dieta equilibrata che sia alta in frutta e verdura. Se il paziente ha una milza ingrossata, un medico gli darà un ammorbidente sgabello per evitare la stitichezza. Gli antibiotici sono evitati nel trattamento del mono e dell’epatite, perché sono inefficaci.

Le persone che sviluppano mono e l’epatite potrebbero essere ricoverate in ospedale. Questo è il caso se si verificano troppo vomito e disidratazione. Le donne che prendono pillole di controllo delle nascite vengono tolte dal farmaco fino a che il mono e l’epatite non diminuiscono.

Circa il 15 per cento degli adolescenti e degli adulti che hanno mono testerà negativamente perché i loro corpi non riescono a produrre gli anticorpi. Se ciò accade, può andare al proprio medico curante per ripetere i test. La maggior parte delle persone che riceve il mono rimbalzo entro due settimane, anche se devono limitare o vietare esercizio fisico perché la loro milza è ancora gonfia. Dopo che una persona ha mono, il suo corpo conterrà gli anticorpi per il resto della sua vita.

Per prevenire la diffusione del mono, si raccomanda che le persone non condividano utensili da mangiare o da bere o uno spazzolino da denti. Ciò è dovuto al contatto diretto con il virus. La gente dovrebbe anche lavare le mani prima della preparazione del cibo, prima di mangiare e dopo aver utilizzato il bagno.