Qual è la connessione tra epilessia e bipolare?

I collegamenti tra epilessia e disturbo bipolare continuano ad essere stabiliti. Ancora, non ci sono sufficienti informazioni per dire che una condizione provoca l’altra, ma ci sono alcune somiglianze da notare e suggerimenti nella letteratura medica che una maggiore comprensione di queste due malattie potrebbe aiutare nel trattamento di uno o entrambi. Alcuni dei collegamenti noti tra epilessia e bipolare includono il fatto che gli stessi farmaci spesso li trattano in modo efficace, hanno entrambi schemi simili di espressione della malattia e, secondo alcuni studi, il 10-12% delle persone con epilessia ha disturbo bipolare.

Il litio è un farmaco principalmente usato per trattare il disturbo bipolare ed è stato indagato per l’uso nel trattamento dei disturbi del sequestro a metà del 19 ° secolo. Grandi dosi sono state trovate efficaci, ma lo sviluppo di farmaci anti-sequestri e altri sono stati considerati presto considerevoli sostituzioni. Nel ventesimo secolo, la materia è stata studiata in senso inverso e si è scoperto che diversi farmaci antiepilettici comunemente usati per l’epilessia si sono rivelati efficaci nel trattamento del disturbo bipolare. Anche se molti di questi sono ancora farmaci “off-label” per bipolari, i farmaci lamotrigine (Lamictal®), carbamazepina (Tegretol®) e acido valproico (Depakote®) sono stati tutti riscoperti veramente utili per il litio, con comprovata azione nel Paziente bipolare.

La questione riguardante l’epilessia e il disturbo bipolare in quanto si riferiscono a anticonvulsivi è se le due malattie siano correlate perché alcune delle stesse droghe possono trattare entrambe le malattie. È vero che quando l’epilessia e il bipolare sono comorbidi, i medici possono essere in grado di trattare entrambe le condizioni con un unico farmaco. Non è chiaro per quanto la connessione va, comunque.

Alcuni suggeriscono che questi farmaci specifici anti-sequestro funzionano a causa del modo in cui operano sui livelli di neurotrasmettitore del cervello. Questi farmaci sono destinati ai neurotrasmettitori GABA e al glutammato (da cui è stato fatto GABA) e il glutammato in quantità elevate è associato all’espressione di bipolare ed epilessia. Se i farmaci che li trattano non riguardano le due condizioni, possono essere correlate perché entrambe le malattie esprimono disfunzione dei livelli di GABA e del glutammato.

Un altro modo di esaminare questo problema è l’esame di come si esprimono l’epilessia e il bipolare. Entrambe le malattie hanno una caratteristica chiamata accensione, per cui un maggior numero di episodi all’inizio dell’insorgenza tende a prevedere la gravità della malattia durante tutta la vita. Inoltre, entrambe le malattie tendono a verificarsi in episodi, con periodi in cui non si verificano, e non è chiaro come questa natura episodica sia rilevante, a meno che accada in entrambe le condizioni.

Ci sono certamente un numero significativo di persone con crisi epilettiche che hanno anche disturbo bipolare. Il crossover 10-12% non può essere coincidenza. D’altra parte, ci sono elevati incidenti di molti disturbi della salute mentale nelle persone con epilessia. Ansietà e malattie depressive sono anche estremamente comuni. Forse, alla fine, il collegamento principale è che questi disordini si verificano nelle aree del cervello che sono intricatamente correlate e ciò che influenza le funzioni che causano una malattia può anche influenzare le funzioni che creano l’altra.