Qual è la connessione tra edema e chirurgia?

L’edema e l’intervento chirurgico possono essere visti insieme sia perché molte condizioni che portano all’edema richiedono un trattamento chirurgico, e alcuni tipi di interventi chirurgici possono aumentare i rischi di edema. Pazienti con edema esperienza gonfiore nelle estremità causate da raccolte di liquido interstiziale. A volte, il gonfiore si trova solo in una zona specifica, come un piede o un braccio, e in altri pazienti, può essere generale, che copre tutto il corpo. Trattamenti sono disponibili per gestire questa condizione e per ridurre i rischi per l’edema e l’intervento chirurgico.

Le condizioni cardiovascolari possono causare edema e possono richiedere un trattamento chirurgico. Le persone con disturbi del cuore, del polmone e dei vasi sanguigni possono trovare che l’edema e l’intervento chirurgico sembrano andare di pari passo perché la chirurgia sottolinea i loro corpi già tesi, portando ad un certo gonfiore localizzato dopo l’intervento chirurgico. Condizioni come il diabete possono predisporre le persone all’edema, e se questi pazienti hanno bisogno di un intervento chirurgico, i loro rischi per l’edema possono essere ancora più alti. Il gonfiore può anche verificarsi in persone che presentano gravi traumi fisici, che possono richiedere un trattamento chirurgico e che i pazienti possono attribuire il gonfiore alla chirurgia piuttosto che al danno tissutale sottostante.

La chirurgia può anche contribuire allo sviluppo dell’edema, in diversi modi. Durante l’intervento chirurgico, i pazienti ricevono sangue e fluidi per mantenere la pressione sanguigna coerente e all’interno di una gamma sicura. Ciò a volte può creare una situazione di sovraccarico, dove il corpo riceve troppo liquido da eliminare da solo e il paziente comincia a sviluppare l’edema. Ciò può essere aggravato dal fatto che i pazienti di solito hanno bisogno di riposare dopo l’intervento chirurgico e possono avere difficoltà a muoversi per migliorare la loro circolazione, rendendo più probabile l’edema negli arti inferiori.

Inoltre, la chirurgia può coinvolgere i linfonodi. Nei pazienti affetti da tumore, un chirurgo può rimuovere i linfonodi per ridurre il rischio di metastasi e il corpo non sarà in grado di circolare fluido in modo efficace, causando edema. La chirurgia può anche infettare linfonodi e vasi, e il paziente può notare edema localizzato fino al recupero del corpo. Quando l’edema e l’intervento chirurgico causano danni al linfonodo, può essere necessario indossare indumenti di compressione per forzare il fluido fuori dalle estremità in modo che il paziente possa eliminarlo.

I pazienti preoccupati per l’edema e l’intervento chirurgico possono discutere questo con i loro medici. Di solito i rischi di edema sono sovrastati da ciò che accadrà se il paziente non riceve un trattamento chirurgico. Prendere passi avanti per controllare l’assunzione di fluidi e sale può aiutare a ridurre al minimo il gonfiore e indossare indumenti di compressione può prevenire gravi edemi.