Cosa è ptsd mite?

Il disturbo da stress post-traumatico, o il PTSD, è una condizione di salute mentale legata all’ansia che sorge dopo che un’esperienza individuale provoca un evento pericoloso e traumatico. Anche se i professionisti medici possono classificare PTSD come lieve, moderato o grave, i criteri diagnostici per il disturbo sono gli stessi. Il PTSD lieve come diagnosi ufficiale non è riconosciuto dal manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM) o dalla classificazione internazionale delle malattie (ICD). Piuttosto, il PTSD lieve è una valutazione soggettiva che indica un individuo che soffre di PTSD Lievi sintomi rispetto ai casi moderati o gravi.

Non ogni evento traumatico innescherà un disturbo da stress. Allo stesso modo, non tutti gli individui sono soggetti a sviluppare PTSD, anche se diversi individui sperimentano lo stesso evento. Alcuni eventi, come crimini violenti, guerre, disastri naturali o abusi, sono più probabili causare PTSD, anche se un individuo può sviluppare un caso lieve, mentre un altro sviluppa un grave caso di PTSD. Non si sa poco sul perché alcuni individui sviluppino PTSD e altri non lo fanno, anche se i disturbi d’ansietà già presenti possono contribuire alla gravità del disturbo.

Se una persona è diagnosticata con PTSD grave, moderata o mite dipende dalla gravità con cui presentano vari sintomi. Affinché i professionisti medici possano diagnosticare il PTSD, un paziente deve presentarsi con sintomi di forte ansia in quattro categorie. Le quattro categorie principali di sintomi includono la ripresa o l’intrusione, l’evasione, il numbing e l’eccitazione. Diversi pazienti avranno sintomi da tutte e quattro le categorie in gradi diversi, con alcuni individui che sperimentano ulteriori sintomi. La presenza di ulteriori sintomi, quali allucinazioni, comportamenti aggressivi o squillanti nelle orecchie, è meno comune per gli individui con PTSD lieve.

Ripercorrere l’incidente è un sintomo primario e coinvolge memorie persistenti o invadenti o pensieri sull’incidente, inclusi incubi. Con l’evasione, gli individui diventano insolitamente paura di persone, luoghi e cose associate all’evento e spesso evitano qualsiasi esposizione a tali trigger. Il dolore è simile all’eliminazione, con l’eccezione che l’individuo crea una distanza emozionale anormale da persone o attività, sia correlate all’evento traumatico o meno. Infine, l’eccitazione è la quarta categoria di sintomi, tipicamente presentata come ipervigilanza, mancanza di concentrazione, o notti insonni.

Tipicamente, se i sintomi sono disruptivi per l’individuo, ma non debilitanti, l’individuo è classificato come avere PTSD lieve. Depressione debilitante, pensieri suicidi, paura, attacchi di panico, esplosioni aggressive e comportamenti simili mostrano spesso PTSD più grave. Il trattamento per la condizione comporta diversi approcci, spesso basati sulla gravità dei sintomi e sull’effetto che tali sintomi hanno sulla capacità individuale di funzionare. Psicoterapia e farmaci sono il corso più comune del trattamento per PTSD lieve a moderato.