Che cosa è la psicosi depressiva maniacale?

La psicosi depressiva maniacale è una grave malattia psichiatrica caratterizzata da accentuate alterazioni dell’umore e dalla presenza di delusioni e allucinazioni. Gli individui con questa presentazione della depressione maniacale, noto anche come disturbo bipolare, spesso hanno difficoltà con il funzionamento quotidiano, come mantenere relazioni e lavoro, a causa della natura pronunciata della loro psicosi, che sfocia la loro percezione della realtà. Il trattamento per questa condizione potenzialmente debilitante richiede spesso l’ospedalizzazione e la somministrazione di farmaci per stabilizzare l’umore e il trattamento a lungo termine, compresa la psicoterapia.

Sebbene non sia nota, una sola causa per lo sviluppo della depressione maniacale, è stato affermato che diversi fattori possono contribuire al suo graduale sviluppo o all’accensione acuta. Alcuni studi hanno suggerito che gli individui bipolari possano avere una predisposizione genetica per il disturbo a causa della presenza di varianza biologica o squilibrio chimico. La presentazione della depressione mania sembra essere più prominente nei soggetti con una storia familiare del disturbo. Altri fattori che possono innescare l’insorgenza di malattie possono includere fattori ambientali, dipendenza chimica e abusi e traumi.

La presentazione dei sintomi bipolari varia generalmente dall’individuo e può manifestarsi in varia misura in funzione della gravità dell’oscillazione dell’umore. Secondo il manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM), esistono tre distinte classificazioni di disturbo bipolare: bipolare I, bipolare II e ciclotia, considerata una presentazione più debole della malattia. La psicosi depressiva maniacale può essere innescata da un grave episodio di depressione o di mania.

Coloro che sviluppano la psicosi depressiva maniacale sviluppano una percezione alterata della realtà che si presenta come molto reale all’individuo sintomatico. In sostanza, l’intensità di un evento di innesco o il ciclismo dalla depressione alla mania provoca l’individuo affetto a rompersi dalla realtà. Può provare hallucinazioni uditive e visive, come sentire voci o vedere persone o cose che non sono presenti. Alcuni individui psicotici possono avere credenze irrealistiche o provocare sentimenti di persecuzione, come credere di essere una figura religiosa o di essere osservati o cacciati. La psicosi dell’individuo può diventare rapidamente una condizione debilitante che gli impedisce di funzionare normalmente e può richiedere l’ospedalizzazione.

Una diagnosi di psicosi depressiva maniacale è generalmente fatta con una valutazione della storia psichiatrica dell’individuo e la somministrazione di una varietà di test diagnostici. La depressione maniacale può essere difficile da diagnosticare senza una storia di comportamenti documentati o ciclici. Per una diagnosi di depressione maniacale, un individuo deve soddisfare criteri stabiliti come presentati nel DSM per un determinato periodo di tempo.

Il criterio include marcatori per le estremità depressive e maniche dello spettro, nonché quelle che possono manifestarsi in mezzo ad un episodio misto. Il numero di criteri richiesti e la durata di episodi per una diagnosi varia a seconda della presentazione dei sintomi: i criteri per un episodio depressivo maggiore saranno generalmente diversi da quelli stabiliti per una rottura psicotica indotta dalla mania. Una volta effettuata una valutazione e stabilito criteri, è possibile effettuare una diagnosi chiara del disturbo bipolare I, II o ciclotimico. La psicosi stessa è classificata come una presentazione sintomatica, non fa parte della diagnosi del disturbo.

Gli individui che soffrono di depressione possono presentare i segni di un marchio di umore persistente, come la stanchezza, la perdita di interesse e le sensazioni di colpa. Coloro che stanno sperimentando un episodio depressivo possono anche sviluppare idee suicide, dimostrare una concentrazione compromessa e evitare situazioni sociali e professionali. Gli individui maniacali spesso richiedono un po ‘di sonno, sono estremamente fisicamente attivi e dimostrano un giudizio compromesso. Alcuni possono partecipare a comportamenti rischiosi che normalmente non avrebbero perseguito, come la promiscuità, l’uso di sostanze e gli abusi o situazioni che potrebbero metterli a rischio per lesioni o morti. In alcuni casi, la mania può anche scatenare un individuo per impostare obiettivi elevati e irraggiungibili che possono metterli a rischio per la rovina finanziaria, personale, sociale o professionale.

La psicosi depressiva maniacale in genere richiede l’ospedalizzazione per impedire all’individuo di provocare danni a sé stesso o ad altri. L’ospedalizzazione consente anche l’opportunità di facilitare l’individuo alla realtà con l’aiuto di farmaci e psicoterapia. I farmaci quali antidepressivi, anticonvulsivi e antipsicotici possono essere somministrati singolarmente o in combinazione per stabilizzare l’umore dell’individuo interessato. La psicoterapia è spesso considerata una parte necessaria del trattamento a lungo termine, che prevede sessioni di terapia individuale, familiare e terapeutica per promuovere l’istruzione, la comprensione e le competenze sane di coping.