Che cosa è la patogenesi?

La patogenesi è lo sviluppo della malattia, dalla comparsa iniziale della malattia fino alla sua fase finale. Lo studio della patogenesi è importante per i professionisti medici, poiché li aiuta a identificare e curare le malattie. È anche parte del lavoro delle scienze di laboratorio che lavorano su cure e trattamenti per le malattie, in quanto ogni fase dello sviluppo rappresenta una potenziale possibilità di interrompere la progressione della malattia.

Il termine “patogenesi” deriva dalle parole greche per “malattia” e “inizio”. Le origini della malattia sono il primo passo nella patogenesi, così come i cambiamenti progressivi che si verificano nel corpo quando la malattia si prende e comincia ad agire il corpo. Ad esempio, quando qualcuno viene tagliato e la ferita viene colonizzata dai batteri di Staphylococcus, i batteri causano infiammazione quando si iniziano a diffondersi, portando infine ad infezione. Ogni passo da un taglio all’infezione piena è parte dello sviluppo.

Ci sono diversi usi per lo studio della patogenesi. Nel caso di singoli pazienti, permette a un medico di determinare ciò che ha causato una malattia e come può essere trattata la malattia. Essere in grado di identificare lo stadio che una malattia ha raggiunto può anche essere importante per un medico che fornisce un trattamento medico, come nel caso di un oncologo che vuole determinare il livello di gravità di un cancro.

Studiare lo sviluppo delle malattie possono anche fornire una panoramica sui modi in cui le malattie si diffondono e potenzialmente contribuiscono allo sviluppo di un programma destinato a rallentare la diffusione della malattia. Nell’esempio di un taglio infetto sopra, per esempio, l’infezione potrebbe essere stata impedita dalla normale pulizia della ferita con un sapone antibatterico, una procedura ampiamente utilizzata nelle case e negli ospedali di tutto il mondo per ridurre il rischio di infezione. Questo campo è anche una parte critica dello studio delle malattie nuove e emergenti, poiché queste malattie non possono essere combattute in modo efficace senza comprendere da dove provengono.

Un certo numero di campi medici si intersecano con la patogenesi, compresa la fisiopatologia, lo studio dei cambiamenti causati nell’organismo dal progresso della malattia e l’epidemiologia, lo studio di come la malattia si evolve e si muove attraverso le popolazioni. Lo studio dello sviluppo delle malattie è particolarmente importante per i membri della professione medica, poiché consente loro di adottare misure per prevenire, diagnosticare e trattare un’ampia varietà di malattie. Molti laici hanno anche familiarità con la patogenesi in una certa misura, come nel caso di persone che conoscono la progressione delle infezioni sinusali ricorrenti o di persone che lavarsi le mani per ridurre l’esposizione ad agenti che potrebbero causare malattie.