Che cosa è la chirurgia laparoscopica?

La chirurgia laparoscopica è una tecnica chirurgica in cui il chirurgo utilizza una serie di piccole incisioni nel paziente per inserire una telecamera per visualizzare il campo chirurgico, insieme agli strumenti necessari per la procedura chirurgica. Questo tipo di intervento chirurgico è radicalmente diverso dalla chirurgia tradizionale aperta, ed è diventato una tecnica chirurgica preferita in molte situazioni, perché il tempo di guarigione per la chirurgia laparoscopica è molto più breve di quello per la chirurgia aperta, cosa che lo rende migliore per i pazienti.

Nella chirurgia laparoscopica, il medico usa una macchina fotografica specializzata chiamata laparoscopio. La fotocamera e una luce collegata vengono inseriti attraverso una piccola incisione per visualizzare il sito chirurgico, con un monitor che visualizza una versione ingrandita del sito per il chirurgo da utilizzare come riferimento durante la procedura chirurgica. Una volta che la fotocamera è in posizione, altre incisioni possono essere fatte per introdurre attrezzi chirurgici che saranno utilizzati per manipolare il sito.

Per rendere il campo chirurgico più facile da vedere, l’area può essere gonfiata con gas di anidride carbonica, rendendo più spazio per il chirurgo di manovrare mentre rimuove il campo chirurgico per una migliore visibilità. Dopo che l’operazione è completa, il gas sarà sfiato e le incisioni saranno cucite chiuse.

Dal punto di vista di un chirurgo, eseguire chirurgia laparoscopica può essere difficile, ma ha alcuni vantaggi definiti. Il tempo di guarigione ridotto aumenta il comfort del paziente e diminuisce il rischio di infezione e l’insorgenza di coaguli di sangue. Ottenere i pazienti mobili il più rapidamente possibile dopo l’intervento chirurgico è un obiettivo importante per molti chirurghi e la chirurgia laparoscopica aiuta a realizzare questo. Questa tecnica chirurgica riduce anche la necessità di tagliare i muscoli per raggiungere i siti chirurgici, mantenendo i pazienti in condizioni migliori in modo che si sentano più a proprio agio dopo l’intervento chirurgico.

Per i pazienti, il tempo di guarigione più corto coinvolto in una procedura laparoscopica è sicuramente un vantaggio, riducendo il disagio, i soggiorni ospedalieri e le spese. Anche le cicatrici minime possono essere apprezzate. In una procedura addominale, per esempio, si potrebbero fare quattro o sei piccole incisioni, anziché una singola incisione lunga che attraversa tutta l’addome. L’eliminazione delle cicatrici disfiguring è accompagnata anche da una riduzione dei tagli del muscolo e della fascia per raggiungere i siti chirurgici, riducendo il dolore profondamente all’interno del sito chirurgico.

Questa tecnica chirurgica non è sempre un’opzione per tutti gli interventi chirurgici, ma sicuramente vale la pena di discutere con un chirurgo. Se la laparoscopia è appropriata per un paziente, un chirurgo può fornire consulenza sulla procedura e un rinvio se necessario.